AKU
Cultura manifatturiera e impegno per la valorizzazione del rapporto fra l’uomo e il suo ambiente naturale

Imprese • Views: 550

  • Aku
  • "cultura manifatturiera"
    AKU_SARLOWGTXWS
  • "Cultura manifatturiera"
    Aku_ALTERRANBKGTX
  • "Cultura manifatturiera"
    Vittorio Forato Marketing Manager AKU

 

AKU trekking & outdoor footwear è specializzata da oltre trent’anni nella progettazione e produzione di calzature per la montagna di alta qualità. Ogni modello della collezione è il risultato di un’autentica passione produttiva, che affonda le proprie origini nell’antica e prestigiosa tradizione manifatturiera italiana.
Abbiamo parlato con Vittorio Forato Marketing Manager AKU

Ci puoi raccontare come la cultura rappresenti la piattaforma fondamentale su cui Aku genera impresa e valore economico?
L’impegno di AKU nella trasmissione di valori culturali si lega all’ispirazione della marca. Una parte non trascurabile del pubblico al quale l’impresa si rivolge non chiede solo un buon prodotto, risultato della tradizione manifatturiera (che di per se è già cultura) e della competenza tecnica, ma desidera, assieme ad esso, un contenuto di valore legato a fattori culturali che riguardano l’ambito di utilizzo del prodotto stesso. L’ambiente naturale, la vita e il lavoro a contatto con la natura e, più in generale, l’impegno dell’impresa in relazione alla salvaguardia di tali valori.

Quali “circuiti” virtuosi si innestano tra cultura, occupazione, ricerca, formazione all’interno della vostra organizzazione?
Il prodotto di AKU nasce dall’esperienza di utilizzo, un utilizzo non occasionale che diventa il terreno della ricerca e sviluppo. Pertanto la prima forma di relazione è tra chi progetta/produce e chi utilizza il prodotto con continuità e con consapevolezza. In questo senso il circuito diventa virtuoso nella misura in cui la risposta alla domanda del mercato si basa sul valore della responsabilità, cioè il fatto di produrre in base alle reali esigenze dell’utilizzatore. Sulla base di tale esperienza nascono poi ulteriori stimoli, come ad esempio il fatto di promuovere iniziative di sensibilizzazione sull’utilizzo consapevole o l’impegno per la comunicazione trasparente sull’origine del prodotto, piuttosto che verso la formazione del personale di vendita per garantire un corretto indirizzo dell’utilizzatore finale al momento della scelta del prodotto. In definitiva, come ripetiamo spesso, ci sentiamo parte di un unico ecosistema, sociale e ambientale. Ci sentiamo responsabili per il suo equilibrio e crediamo che ognuno di noi possa realmente fare la propria parte, anche nel proprio piccolo, per cercare di raggiungere questo risultato.

La contaminazione culturale e le sinergie fra “mondi diversi” ritenete possano dare un contributo strategico e determinante nello sviluppo del vostro prodotto?
L’apertura consapevole verso nuove esperienze è il presupposto per la crescita, non solo dal punto di vista imprenditoriale, ma anche dal punto di vista sociale. In questo senso la “contaminazione” con esperienze che originano da altri contesti rappresenta uno stimolo essenziale per essere in grado di interpretare il futuro.


Contatti

www.aku.it

Tags: , , , , ,

Comments are closed.