Bibanesi | Dall’arte della panificazione alla diffusione di una “fragrante” cultura

Imprese • Views: 54

  • Giuseppe Da Re_ Fondatore e Presidente Da Re
  • Giuseppe Da Re con Dario Fo
  • Bibanesi_Arte e Cultura in azienda
  • Bibanesi_Lavorazione a mano
  • Bibanesi_Stiratura a mano
  • Bibanesi_Produzione
  • Bibanesi_Arte e Cultura in azienda

Tradizione artigianale, innovazione, grande passione e creatività, insieme ad un’accurata selezione di ingredienti e ad una lavorazione in gran parte manuale: è così che ogni giorno l’azienda Da Re sforna piccole “opere d’arte” che raggiungono la tavola di 3 milioni di famiglie.

Dalla visione e dalle grandi capacità imprenditoriali di Giuseppe Da Re, fondatore e Presidente della omonima azienda, nascono i Bibanesi, riconosciuti tra i Prodotti Agroalimentari Tradizionali del Veneto.

Sono prodotti con filosofia “artigianale” e una radicata cultura aziendale del cibo buono e sano. I processi infatti non sono completamente automatizzati, l’impasto è ottenuto con le migliori farine, stirato e modellato a mano dopo una lentissima lievitazione di oltre ventidue ore senza l’ausilio di conservanti o additivi.

La capacità di Da Re è stata quella di riuscire a produrre grandi numeri mantenendo qualità e genuinità, spinto da forti valori di rispetto per le persone e l’ambiente.

Un imprenditore, Giuseppe Da Re, creativo, un artista, convinto dell’importanza della diffusione della cultura nella società, ha trasformato i suoi panetti in portatori di messaggi artistici, culturali e sociali.

Non è strategia di marketing la sua ma una vera vocazione, un’attitudine alla cultura e alla sua diffusione fuori dai luoghi di formazione classici.

Dal suo ingegno e passione per il disegno nascono le 13 serie speciali a tiratura limitata, dove il packaging è stato affidato a grandi illustratori e vignettisti e i panetti danno forma a personaggi e storie divertenti.

Artisti di calibro nazionale e internazionale come Altan, Nicoletta Costa, Emilio Giannelli, Giorgio Forattini e Guillermo Mordillo hanno interpretato e animato i Bibanesi.

“Il mio desiderio è stimolare la creatività e la fantasia delle giovani generazioni, gettare un seme, educare i bambini alla cultura” ci racconta Giuseppe Da Re.

Con questo obiettivo ogni anno ospita in azienda 1600 studenti per far conoscere l’arte della panificazione e la cultura del cibo sano.

All’interno dei laboratori, dove le gigantografie delle colorate vignette contribuiscono a creare un clima di benessere per i lavoratori, i bambini possono anche vivere l’esperienza di assistere ad una performance di un artista che dipinge dal vivo.

Dario Fo, premio Nobel per la Letteratura, drammaturgo, attore, regista, scrittore, e pittore, ha disegnato un’edizione speciale, “la confezione d’Autore dei Bibanesi”, dove il suo tratto ha dato forma ai “Bibanesi danzanti”, eteree figure in movimento dal grande poter evocativo e insieme, il suo genio letterario, si è espresso per celebrare il valore spirituale del pane come metafora della vita ”…… impastare significa mischiarsi l’un l’altro, amarsi e congiungersi, perché dal calore riesca la nostra vita”.

La forte identità culturale dell’azienda si concretizza anche nella valorizzazione e diffusione del patrimonio culturale attraverso la serie “Art” dedicata alla promozione di importanti mostre d’arte, Canaletto, Gauguin, Van Gogh, Monet, Renoir…

I Bibanesi entrano nelle case portando con sé emozioni, storie e temi anche a vantaggio della società.

Sono le edizione a carattere sociale come ad esempio il progetto “Slowfood for Africa”; anche grazie ai Bibanesi potranno essere realizzati 10.000 orti per garantire cibo sano e fresco alla popolazione e formare competenze in grado di valorizzare il proprio territorio ed essere indipendenti.

Progetti come questi di crescita e sviluppo sono possibili solo in aziende dove domina una cultura aziendale che mette al centro dei processi produttivi l’uomo credendo nella cultura come motore per il cambiamento.


CONTATTI

www.bibanesi.com

Tags: , , , , , , , , , , ,

Comments are closed.