MEETMUSEUM
Cultura e impresa, la rinascita di un sistema integrato

Imprese • Views: 1128

  • MeetMuseum
  • MeetMuseum

In epoca di Sharing Economy, é possibile pensare ad una interazione, un interscambio fruttuoso tra l’ampio e copioso patrimonio storico-culturale italiano e il mondo veloce del business e dell’azienda? E’ sicuramente da questa non banale riflessione che é nata l’idea di MeetMuseum, società che si pone come obiettivo la rinascita di un sistema integrato, connesso, tra cultura e impresa. Vincitrice del Progetto IC Innovazione e Cultura della Fondazione Cariplo, si propone come “la prima start up italiana che parla il linguaggio delle imprese e dei musei, mettendoli in relazione”.

Punto di partenza é la lontananza che oggi, generalmente, accumuna questi due settori, pubblico da una parte e privato dall’altra, entrambi comunque fondamentali per lo sviluppo e la crescita del nostro Paese. Crisi economica, scelte politiche forse poco lungimiranti, burocrazie hanno sicuramente contribuito ad accrescere questo allontanamento. Ma oggi, dice Flavio Arensi, uno dei fondatori della struttura insieme a Francesco Mandressi, “bisogna ripartire da qui, ritornare a farli dialogare”. Ecco quindi l’importanza di ricreare un linguaggio comune, comprensibile per entrambi, processo necessario alla creazione di un nuovo sistema di valori condivisi e quindi di una prospettiva di crescita reciproca.

“Non crediamo che la cultura sia da chiudere nei musei sottochiave” – continua Arensi – “I musei e il patrimonio culturale sono una risorsa popolare.. il nostro passato un libro vivo da cui attingere”. Viene cosi’ superata l’antitesi tra “il bello”, rappresentato dal nostro straordinario passato, dal fascino della nostra storia che ha prodotto opere, architetture e manufatti noti a tutto il mondo e “l’innovazione” tipica della tecnologia e delle aziende, ma che rappresenta inevitabilmente il futuro, la possibilità, la continuazione. L’impresa che “entra” in un museo o in un luogo di interesse storico, culturale, artistico potrà, quindi, arricchire la sua professionalità, trovare nuovi spunti di riflessione, nuove spinte di crescita mobilitando nuove energie e, non ultimo, potenziare la sua responsabilità sociale comunicando più concretamente i suoi valori; d’altra parte, l’ente culturale che si apre all’azienda apprenderà ad utilizzare nuovi strumenti per rilanciarsi, per generare e affrontare una maggiore visibilità mediante l’utilizzo di nuove politiche di marketing e comunicazione che lo porteranno ad una maggiore conoscenza dei suoi consumatori.

Innovare una proposta culturale significa, percio’, per MeetMuseum, renderla il più possibile fruibile e influente, disponibile e utile a tutti. In questo senso, la società sta, ad esempio, sperimentando la tecnologia dei beacons e delle video guide, modalità didattiche più efficaci che mirano a rendere l’utente più attivo e partecipe. E, sulla stessa linea di pensiero, considera l’ente culturale non isolato, ma strettamente legato al suo territorio, perché il recupero culturale diventi un beneficio per tutta la collettività.

Potrebbero nascere cosi’, si augurano i fondatori, una nuova presa di coscienza collettiva, un beneficio economico e sociale per tutto il Paese, una rinnovata “crescita etica e sostenibile” della società.


Contatti
www.meetmuseum.com
info@meetmuseum.com

Comments are closed.